Giardini Storici

Giardini Storici

L’Italia è cono­sciuta nel mondo anche per i suoi giar­dini sto­rici, patri­mo­nio bota­nico e cul­tu­rale di gran­dis­simo pre­gio ma sem­pre minac­ciato dalla tra­scu­ra­tezza. Tec­no­verde si fa vanto di inter­ve­nire con cura e pas­sione nella sal­va­guar­dia ed il recu­pero di que­sto patri­mo­nio.
Il ter­mine giar­dino sto­rico defi­ni­sce, in genere, uno spa­zio pro­get­tato dall’uomo con fina­lità in primo luogo, ma comun­que non esclu­si­va­mente, este­ti­che a cui si rico­no­sce un inte­resse pub­blico con­fe­ri­to­gli dalle sue carat­te­ri­sti­che arti­sti­che e/o dalla rile­vanza sto­rica. Esempi di que­sti que­sta tipo­lo­gia di beni cul­tu­rali sono i giar­dini e i par­chi annessi alle grandi pro­prietà nobi­liari, gli orti e i giar­dini bota­nici, i par­chi urbani, le aree verdi com­prese nei siti archeo­lo­gici, come pure i pic­coli giar­dini pri­vati, i chio­stri e i cor­tili, i cimi­teri, sem­pre se carat­te­riz­zati da rile­vanza arti­stica o storica.

L’attuale nor­ma­tiva san­ci­sce che sono sot­to­po­sti a prov­ve­di­menti di tutela ville, par­chi e giar­dini non solo a ragione dell’interesse arti­stico o sto­rico ma anche quelli che siano di “non comune bel­lezza”. Il prin­ci­pale stru­mento legi­sla­tivo di tutela è attual­mente il Codice dei beni cul­tu­rali e del pae­sag­gio Decreto legi­sla­tivo n. 42 del 2004 e s.m.i. che con­tem­pla quanto già san­cito dalle pre­ce­denti leggi di tutela nn.1089 e 1497 del 1939. In par­ti­co­lare alla legge n. 1089 “Tutela delle cose di inte­resse arti­stico o sto­rico” si richiama l’articolo 10 c. 4, let­tera f elen­cando quali Beni cul­tu­rali — oggetto della tutela: “le ville, i par­chi e i giar­dini che abbiano inte­resse arti­stico o storico”.

Per­tanto anche i giar­dini dichia­rati di inte­resse storico-artistico, e quindi “vin­co­lati”, sono sot­to­po­sti a un par­ti­co­lare regime giu­ri­dico che pre­vede, tra l’altro, il divieto di distrug­gerli, dan­neg­giarli o adi­birli ad usi non com­pa­ti­bili con il loro carat­tere storico-artistico, o comun­que tali da pre­giu­di­carne la con­ser­va­zione. Tec­no­verde si occupa della tutela e della messa in sicu­rezza di que­ste tipo­lo­gie di spazi.

Uti­liz­zando attrez­za­ture all’avanguardia, Tec­no­verde, effet­tua inda­gini di sta­bi­lità, cura di appa­rati radi­cali, pota­ture ed abbat­ti­menti con piat­ta­forme aeree ed in tree clim­bing. Con­so­lida alberi così da met­terli in sicu­rezza e, dove ne è neces­sità, ancora la pianta con dei tiranti in modo da evi­tare la caduta dell’intero albero o parti di esso, evi­tarne la rot­tura di alcune sue parti.

Ultime dal blog Feed RSS

feb 18

Coperture alternative senza burocrazia

Per fare una qualsiasi copertua utilizzando strutture più o meno consistenti, sono spesso necessari iter burocratici... Leggi tutto

feb 12

Piante Aromatiche da coltivare in casa

Belle, buone, profumate: le erbe aromatiche sono perfette per un piccolo orto in vaso da coltivare nei mesi invernali. Ecco... Leggi tutto

feb 10

Parchi e giardini condominiali

Poter godere di un proprio spazio verde è da considerarsi ormai un lusso, che pochi posso permettersi. Le nostre città ci... Leggi tutto