Giardini Mediterranei

Giardini Mediterranei

Tec­no­verde si occupa della rea­liz­za­zione di giar­dini con piante medi­ter­ra­nee nella Pro­vin­cia di Rovigo.

Le piante e gli arbu­sti più colo­rati e sapo­riti sono quelli Medi­ter­ra­nei (olivo, melo­grano, cor­bez­zolo, rosma­rino, cista, gine­stra, cor­bez­zoli, agrumi) che pos­siamo tro­vare in molte zone natu­rali del nostro ter­ri­to­rio. Gio­care con le loro forme, i loro colori e i loro pro­fumi, ha spesso rap­pre­sen­tato la nostra firma azien­dale in cui rico­no­sce l’influsso deri­vante dai giar­dini dell’Alhambra di Gra­nada e di quelli Bor­bo­nici del Sud Italia.

Presso i vivai Tec­no­verde sarà pos­si­bile ammi­rare esem­plari unici di spe­cie medi­ter­ra­nee che vi saranno for­nite dopo un’attenta fase con­su­len­ziale per creare al meglio il vostro giar­dino in stile mediterraneo.

La pianta medi­ter­ra­nea per ecce­zione è l’Olivo, di cui Tec­no­verde è dotata in numero e varietà. L’olivo o ulivo (Olea euro­paea L.) è una pianta da frutto. Ori­gi­na­rio del Vicino Oriente, è uti­liz­zato fin dall’antichità per l’alimentazione. I suoi frutti, le olive, sono impie­gate per l’estrazione dell’olio e, in misura minore, per l’impiego diretto nell’alimentazione.

L’olivo è una pianta cen­trale nella sto­ria delle civiltà che si affac­ciano sul bacino del Medi­ter­ra­neo, e di tutto l’Occidente.

Si rac­con­tano nume­rose leg­gende: una di que­ste è di ori­gine greca e narra di un olivo rac­colto ai con­fini del mondo da Ercole, in quel luogo nac­que il bosco sacro a Zeus, dalle cui fronde veni­vano intrec­ciate le corone per i vin­ci­tori dei gio­chi olim­pici.
Un altro aned­doto sull’ulivo riguarda invece la colomba che, per annun­ciare a Noè la fine del dilu­vio uni­ver­sale, gli portò un ramo­scello d’ulivo che teneva stretto tra le zampe. Comun­que si è appu­rato che le prime piante sel­va­ti­che insi­ste­vano sull’isola di Creta fin dal 4000 A.C. e che suc­ces­si­va­mente i cre­tesi si sono spe­cia­liz­zati nella col­ti­va­zione di tale pianta la quale suc­ces­si­va­mente verrà espor­tata in tutto il bacino del mediterraneo.

L’olivo appar­tiene alla fami­glia delle Olea­ceae. La pianta comin­cia a frut­ti­fi­care verso il 3º–4º anno, ini­zia la piena pro­dut­ti­vità verso il 9º–10º anno; la matu­rità è rag­giunta dopo i 50 anni. È una pianta molto lon­geva: in con­di­zioni cli­ma­ti­che favo­re­voli un olivo può vivere anche mille anni. Le radici, per lo più di tipo avven­ti­zio, sono molto super­fi­ciali ed espanse, in genere non si spin­gono mai oltre i 60–100 cm di profondità.

Il fusto è cilin­drico e con­torto, con cor­tec­cia di colore gri­gio o gri­gio scuro, il legno è molto duro e pesante. La cep­paia forma delle strut­ture glo­bose, dette ovoli, da cui sono emessi ogni anno nume­rosi pol­loni basali. La chioma ha una forma conica, con bran­che frut­ti­fere pen­dule o patenti (dispo­ste oriz­zon­tal­mente rispetto al fusto) secondo la varietà.

È una pianta sem­pre­verde, la cui atti­vità è pres­so­ché con­ti­nua con atte­nua­zione nel periodo inver­nale. Le foglie sono oppo­ste, coria­cee, sem­plici, intere, ellittico-lanceolate, con pic­colo corto e mar­gine intero, spesso revo­luto. La pagina infe­riore è di colore bianco-argenteo per la pre­senza di peli squa­mi­formi. Le gemme sono per lo più di tipo ascellare.

Il fiore è erma­fro­dito, pic­colo, con calice di 4 sepali e corolla di petali bian­chi. I fiori sono rag­grup­pati in numero di 10–15 in infio­re­scenze a grap­polo, chia­mate mignole, emesse all’ascella delle foglie dei rametti dell’anno pre­ce­dente. La migno­la­tura ha ini­zio verso marzo–aprile. La fio­ri­tura vera e pro­pria avviene, secondo le cul­ti­var e le zone, da mag­gio alla prima metà di giugno.

Il frutto è una drupa glo­bosa, ellis­soi­dale o ovoi­dale, a volte asim­me­trica, del peso di 1–6 grammi secondo la varietà, la tec­nica col­tu­rale adot­tata e l’andamento climatico.

Ultime dal blog Feed RSS

feb 18

Coperture alternative senza burocrazia

Per fare una qualsiasi copertua utilizzando strutture più o meno consistenti, sono spesso necessari iter burocratici... Leggi tutto

feb 12

Piante Aromatiche da coltivare in casa

Belle, buone, profumate: le erbe aromatiche sono perfette per un piccolo orto in vaso da coltivare nei mesi invernali. Ecco... Leggi tutto

feb 10

Parchi e giardini condominiali

Poter godere di un proprio spazio verde è da considerarsi ormai un lusso, che pochi posso permettersi. Le nostre città ci... Leggi tutto